Il XVIII Clown&Clown Festival premia NICOLÒ GOVONI, giovane scrittore e attivista per i diritti umani, nominato nel 2020 al Premio Nobel per la Pace

0
18

Il XVIII Clown&Clown Festival premia NICOLÒ GOVONI, giovane scrittore e attivista per i diritti umani,

nominato nel 2020 al Premio Nobel per la Pace

 

 

Il festival marchigiano, che unisce da sempre il mondo della clownerie a quello della clownterapia, assegna il “Premio Clown nel Cuore 2022” a NICOLÒ GOVONI, presidente e direttore esecutivo di Still I Rise, organizzazionenon-profit indipendente nata per offrire istruzione e protezione ai minori profughi e vulnerabili.

Dal 25 settembre al 2 ottobre, Monte San Giusto diventerà il centro dell’universo Clown con un incontro senza precedenti tra le due icone della clownterapia PATCH ADAMS e MICHAEL CHRISTENSEN, con il pluripremiato artista ucraino HOUSCH-MA-HOUSCH e tanti altri artisti, con l’amico del Festival ENZO IACCHETTI, con NATASHA STEFANENKO e grandi eventi di piazza, workshop e incontri sulla clownterapia, presentazioni di libri ed eventi formativi per le scuole, in presenza e online per tutta Italia, con JACOPO FO tra i formatori.

 

Clown&Clown Festival – Festival Internazionale di Clownerie e Clownterapia

XVIII edizione – dal 25 settembre al 2 ottobre 2022

< eventi principali nei giorni 30 settembre, 1 e 2 ottobre >

a Monte San Giusto (MC), la “Città del Sorriso” |  www.clowneclown.org

 

 

Dal 2005 il Clown&Clown Festival diffonde il valore universale e terapeutico della risata, tanto da far guadagnare a Monte San Giusto, piccolo borgo in provincia di Macerata, il titolo di “Città del Sorriso”. Il Festival è stato ideato con l’intento di unire le due anime del clown: quella artistica e spettacolare dei Clown-Artisti e quella volontaristica e sociale dei Clown-Dottori. Quest’anno diventa maggiorenne con un’edizione che, dopo due anni, torna “a pieno regime”e promette di essere importante meta di ritrovo per tutto l’universo clown.

Il programma ruoterà intorno al tema principale della Gentilezza, intesa nella sua accezione più vasta, che riguarda noi stessi, le persone che ci stanno intorno fino ad arrivare all’ambiente. Il clown diventerà un modello di educazione alla Gentilezza unico nel suo genere e il “sorriso” sarà il linguaggio universale della Gentilezza. Per questo #GoGentle è il claim di questa edizione del Festival e invita a seguire le orme del clown anche sui social!

L’associazione Ente Clown&Clown, organizzatrice della kermesse, ha deciso di assegnare a NICOLÒ GOVONI, giovane scrittore e attivista per i diritti umani, nominato nel 2020 al Premio Nobel per la Pace, il Premio Clown nel Cuore 2022, riconoscimento che dal 2008 è destinato a personaggi che si sono distinti per il loro impegno nel sociale e si sono fatti messaggeri di valori positivi attraverso la propria arte e il proprio lavoro, unendo allegria e gioia di vivere alla solidarietà e diventando modelli positivi per la comunità.

Nicolò Govoni, classe 1993, è uno scrittore e attivista per i diritti umani originario di Cremona.

All’età di 20 anni inizia la sua prima missione di volontariato in un orfanotrofio in India, dove resta per quattro anni, durante i quali si laurea in Giornalismo. Nel 2018 si sposta sull’isola di Samos, in Grecia, e fonda Still I Rise, un’organizzazione umanitaria che apre scuole di emergenza e scuole internazionali per i bambini più vulnerabili e operativa tra Grecia, Turchia, Nord Ovest della Siria, Kenya e Repubblica Democratica del Congo. Still I Rise è la prima no-profit al mondo a offrire gratuitamente il percorso di International Baccalaureate ai minori profughi.

Nel 2020 Nicolò viene nominato per il Premio Nobel per la Pace per il suo impegno a favore dell’educazione e della protezione dei bambini rifugiati e gli viene conferito il Premio CIDU per i Diritti Umani dal Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Presidente e Direttore Esecutivo di Still I Rise, oggi Nicolò vive in Kenya e dirige le operazioni dell’organizzazione in quattro continenti. Con Rizzoli, ha pubblicato Bianco come Dio (2018), Se fosse tuo figlio (2019), il libro fotografico Attraverso i nostri occhi (2020) e Fortuna (2021).

A Nicolò Govoni viene assegnato Il Premio Clown Nel Cuore con la seguente motivazione:

“Per un Volontariato che si fa ricchezza personale, accettazione dell’altro e dono concreto di felicità. Per Mazì che è scuola come casa, come vita, come strumento di rivoluzione sociale. Per aver imparato dai bambini il potere della Gentilezza e averne fatto un’aspirazione che mette sempre al centro il sorriso altrui”.

Nel corso degli anni sono stati insigniti del premio Clown nel Cuorepersonaggi di rilievo come Giorgio Panariello, Enzo Iacchetti, Lino Banfi, Giobbe Covatta, Don Luigi Ciotti, Enrico Brignano, Flavio Insinna, Andrea Caschetto, Dario Ballantini, Cesare Bocci, Neri Marcorè, Paolo Ruffini, Sabine Choucair, Arturo Brachetti, Andrea Bocelli, Michael Christensen ePatch Adams,che quest’anno torneranno per un incontro ed un evento senza precedenti.

Quella del 2022 sarà infatti un’edizione storica per la clownterapia a livello mondiale. L’organizzazione del Festival, in collaborazione con ClownOne Italia e FNC – Federazione Nazionale Clown Dottori, ha approntato tutto perun’impresa senza precedenti: far incontrare per la prima volta PATCH ADAMS e MICHAEL CHRISTENSEN, le due figure che negli anni ’70 hanno dato forma e sostanza, seppur attraverso due scuole di pensiero diverse, un nuovo approccio alla cura, basato sull’umanità, sull’amore e sul sorriso, la clownterapia.

Un evento straordinario,che sarà anticipato da due workshop formativi esclusivi da loro condotti, in programma nei giorni 1 e il 2 ottobre (info e iscrizioni su clowneclown.org). Il tutto è reso possibile grazie al supporto degli sponsor privati:L.A.Idrotermiica, CO.RI.B srl, Centro Giovanile Casette ed EraFutura Cooperativa Sociale.

Le due icone della clownterapia si incontreranno il 2 ottobre sul palco di “RIMBALZI DI GIOIA IN UN ABBRACCIO CHE VALE”, il grande evento finale del Festival, che prenderà il via a partire dalle ore 17:00 in Piazza Aldo Moro.

Uno spettacolo ricco di artisti e di sorprese, presentato da Natasha Stefanenko, che, dopo i due anni di pandemia, culminerà con l’emozionante eattesissimo mare di palloncini colorati che rimbalzerà sopra la piazza a ritmo di musica e delle emozioni. Un trionfo di gioia, bellezza, sorrisi e abbracci, che entusiasmerà ed emozionerà la folla. All’evento, parteciperanno anche Enzo Iacchetti, grande amico del Festival e Cittadino onorario della Città del Sorriso, e Andrea Caschetto, ambasciatore del sorriso negli orfanotrofi di mezzo mondo e Premio Clown nel Cuore nell’edizione 2016.

Un altro grande evento di piazza in programma è l’ESPLOSIONE DI COLORI, che si volgerà sabato 1° ottobre alle ore 18:00 presso i Giardini Pubblici. Una spettacolare animazione con suoni, giochi e balli immersi in una nuvola di colori, che dipingerà i partecipanti dalla testa ai piedi, all’insegna dell’allegria e della spensieratezza.

Per ciò che riguarda l’aspetto artistico del festival, spicca tra la nutrita line-up del programma HOUSCH-MA-HOUSCH, clown ucraino tra i più grandi talenti della comicità dell’Est, in programma per venerdì 30 settembre alle ore 21:15 (info e biglietti su clowneclown.org ).

Semen Shuster, in arte Housch-ma-Housch, è nato nel 1972 a Ismail e nel 1992 si è diplomato alla famosa Scuola di Circo di Kiev. La sua carriera parla da sé: ha partecipato a numerosi festival e ha ricevuto numerosi premi, tra cui la “Medaglia di bronzo” al 26^ Festival Mondial du Cirque de Demain di Parigi e il “Clown di bronzo” al 33^ Festival International du Cirque di Monte Carlo. Negli ultimi anni, ha lavorato presso il famoso teatro “Lido” di Parigi e ha partecipato a importanti eventi internazionali.Il suo “Visual Magic Comedy Show” andrà in scena sabato 1° ottobre alle ore 21:30 presso il GalizioTorresiCircus, ilgrande tendone da circo del festival.

Il festival inizierà domenica 25 settembre con l’Inaugurazione della Città del Sorriso che, a partire dalle ore 17, vedrà la partecipazione della street band Dixi Frixi e della Banda musicale O. Bartolini, le inaugurazioni delle mostre fotografiche nei vicoli del borgo e musica con la rock’n roll band Mecò e Il Clan, fino all’esilarante conto alla rovescia per l’accensione dell’enorme naso rosso sul campanile della chiesa, simbolo dell’inizio ufficiale della manifestazione.

Nelle serate del 26, 27 e 28 settembre, sotto al GalizioTorresiCircus, si svolgerà il ClownFactor, uno degli eventi immancabili del programma: un contest riservato ai talenti emergenti delle arti circensi e della clownerie che quest’anno verrà presentato dall’attore Michele Gallucci e vedrà sfidarsi nove artisti e compagnieper l’accesso al Premio Takimiri, in programma il 1° ottobre alle ore 15:00.

Tra gli eventi più originali in cartellone, il 28 settembre sera si svolgerà la ClownDisco Silent Party – con Dj set di Giorgio Romagnoli e animazione degli immancabili Didi Mazzilli e Enzo Polidoro,il 29 settembre “The Smile Challenge: Chi ride è clown” – un’installazione artistica nella quale chiunque potrà sfidare il performer internazionale Marino Aclonwnoviccercando di strappargli un sorriso, e il 1° ottobre l’evento “ClownSchool. L’Alfabeto della Gentilezza” dedicatoagli studenti dell’I.C. L. Lotto di Monte San Giusto.

Davenerdì 29 settembre a domenica 2 ottobre le vie e le piazze della Città del Sorriso saranno animate da tanti spettacoli gratuiti con artisti di alto livello in ambito nazionale e internazionale, tra i quali Andrea Paris, Valter Rado, la Compagnia Samovar, Mr. David, Teatro Necessario, Eccentrici Dadarò, Eddy Sic Mirabella e Di Filippo Marionette.

Tornando, invece, alla dimensione sociale del Festival, oltre ai workshop e agli eventi con Patch Adams e Michael Christensen, decine di associazioni di clown-terapia da tutta Italia saranno impegnate inincontri di formazione coordinati dalla Federazione Nazionale Clowndottori,che sabato 1° ottobre organizza anche la sua Assemblea Nazionale annuale. Inoltre, domenica 2 ottobre alle 14:30, è in programma la Clownferenza “Nasi verdi per la Terra” a cura di Italo Bertolasi e Ginevra Sanguigno di Clown One Italia Odv.

Infine, ogni anno all’interno del Clown&Clown viene organizzato ilPROGETTO SCUOLE, un programma formativo per sensibilizzare bambini e ragazzi delle scuole locali e nazionali su temi di stampo sociale e umanitario e per avvicinarli all’arte circense. Gli eventi si svolgeranno sia in presenza, in diverse scuole del territorio, che online, con moduli accessibili gratuitamenteda tutte le scuole d’Italia (info e iscrizioni su clowneclown.org). Tra i formatori ci sarà anche JACOPO FO, scrittore, attore, regista, attivista e fondatore della “Fondazione Dario Fo e Franca Rame”. Inoltre, quest’anno il programma includerà anche alcune attività destinate alla formazione dei ragazzi del Centro Giovanile Casette.

Durante il festival, sarà bello anche solo passeggiare per i vicoli della Città del Sorriso.

In occasione del Clown&Clown, ogni anno Monte San Giusto si veste a festa con una ECCEZIONALE OPERA DI ARREDO URBANO realizzata grazie alla collaborazione dei cittadini sangiustesi e dei volontari, che fanno della loro partecipazione la vera forza del Festival.

Centinaiadi addobbi, piccoli ed enormi, compaiono su case, strade, edifici pubblici, negozi e danno vita alla Città del Sorriso, in cui spiccano l’enorme naso rosso montato sul campanile della chiesa principale del paesee il portalefirmato da Stefano Calistiall’ingresso del borgo antico.

CHI ORGANIZZA E CHI SOSTIENE IL FESTIVAL

Ogni anno il Clown&Clown Festival si svolge sotto l’organizzazione dell’Ente Clown&Clown, con il patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Marche, del Comune di Monte San Giusto e il supporto di numerosi sponsor privati, tra cui il main sponsor Galizio Torresi e il media partner Radio Subasio.